Spagna

Cosa vedere a Barcellona in 3 giorni: Itinerario giorno per giorno con mappa

Gayly Planet |

Cosa vedere a Barcellona in 3 giorni: Itinerario giorno per giorno con mappa

Cosa vedere a Barcellona in 3 giorni? Beh, se sei qui stai programmando una vacanza a Barcellona di 3 giorni e vuoi visitare il meglio della città! Bene, sei nel posto giusto perché in questo articolo troverai tutte le informazioni necessarie per visitare al meglio Barcellona in 3 giorni, consigli su come muoverti a Barcellona, dove alloggiare e qualche consiglio su dove (e cosa) mangiare.

Ogni giornata ha poi una cartina dedicata che ti permetterà di avere tutto sotto controllo e di utilizzare la mappa ogni volta che vuoi.

Barcellona non ha certo bisogno di presentazioni: è un vero e proprio gioiellino della Spagna. Una città con tantissime cose da vedere e sebbene 3 giorni non siano certo sufficienti sono di sicuro un buon inizio per scoprire la città catalana più famosa.

Dalle bellissime opere architettoniche di Gaudì ai bellissimi parchi, passando per i caotici mercati alle bellissime spiagge cittadine, Barcellona è sempre un’ottima idea che siamo sicuri non ti deluderà.

Una città magica in un cui lasciarsi trasportare dal suo dedalo infinito di stradine, colori e sculture sinuose. Ecco quindi cosa vedere a Barcellona in 3 giorni?

Itinerario per visitare Barcellona in 3 giorni

  • Giorno 1: Dalle icone di Gaudì alla Fontana Magica
  • Giorno 2: Alla scoperta di Passeig de Gracia alla Barceloneta
  • Giorno 3: Dal Barrio Gotic al Parco de la Ciutadella

Dove dormire a Barcellona: le migliori zone per prendere un hotel

Iniziamo dalla basi, perché proprio da qui dipenderà molto la buona riuscita della tua vacanza a Barcellona. Dato che visiterai Barcellona per pochi giorni, il nostro consiglio è quello di prendere un albergo oppure un appartamento nel centro storico.

In questo modo avrai vicino te sempre una fermata della metropolitana e sarai vicino a qualsiasi punto d’interesse. Ecco alcune zone da tenere in considerazione quando prenoterai un albergo per la tua vacanza di 3 giorni a Barcellona.

  • Eixample: Il quartiere della movida e della comunità LGBTQ+. Qui avrai un’offerta alberghiera davvero ampia.
  • Ciutat Vella: Il centro storico di Barcellona è il posto migliore dove alloggiare per vivere un’esperienza 100% local. Altre zone nel centro storico da controllare sono quelle del Barri Gotic e di El Raval.
  • Sagrada Familia: La zona della Sagrada Familia rimane un po’ più isolata rispetto al centro storico ma è il luogo perfetto per alloggiare se si viaggia in famiglia o con bambini.
  • Barceloneta: Se nelle tue intenzioni di viaggio c’è anche la possibilità di voler trascorrere qualche ora al mare allora la zona di Barceloneta è la scelta migliore!

Come muoversi Barcellona? Informazioni essenziali

Barcellona è una città molto grande e capire in breve tempo come orientarsi e muoversi in città potrebbe essere complesso.

Il miglior modo per spostarsi in città però è quello di utilizzare i mezzi pubblici, Barcellona è collegata da una fitta rete di bus, tram e metropolitana che collegano in tutte le direzioni la città.

Per risparmiare ti consigliamo di acquistare una tessera dei trasporti della durata del tuo viaggio per avere le corse illimitate. In questo modo risparmierai tantissimi soldi, soprattutto se tieni in considerazione che una corsa singola costa 2,40€. Puoi acquistare la tessera a questo link e comprende anche la tratta dall’aeroporto al centro città.

💡 Consiglio furbo: Se prevedi di arrivare in aeroporto tardi o hai con te tante valigie, valuta questo servizio di navetta privato che da El Prat ti conduce ovunque a Barcellona.

OffertaBestseller No. 1

Itinerario giorno 1

Iniziamo subito a scoprire cosa vedere a Barcellona in 3 giorni. Questa prima giornata è dedicata ai luoghi iconici della città, quelli che ricorderai per sempre e che ti rimarranno in mente! Bene iniziamo subito!

Parc Güell

Cosa vedere Barcellona in 3 giorni

Parc Guell è un vero e proprio dedalo di sculture sinuose che si intrecciano e ti conducono direttamente in un mondo magico. Il modo migliore per visitare questo luogo è camminando e perdendosi fra le tantissime ore e ovviamente puoi visitare il parco con un tour. Questo tour gratuito è perfetto perché ti svelerà ogni segreto del parco.

Entrare a Parc Guell, una delle opere più famose di Gaudì, è come passeggiare all’interno di un giardino incantato che sembra essere uscito da una fiaba. Pappagalli, sculture sinuose e la magnifica Barcellona vista dall’alto e con il mare in lontananza rendono questo posto davvero unico tanto da è essere protetto come monumento dell’umanità UNESCO.

Metro: Alfons X (Linea L4)

💡 Consiglio furbo: Dal 2020 l’accesso a Parc Guell è consentito esclusivamente con l’acquisto del biglietto d’ingresso (costo 10€). Puoi acquistarlo in biglietteria, tramite shop online oppure acquistare un tour guidato (in italiano) che include anche il biglietto d’ingresso saltafila.

Sagrada Familia

Rimanendo in tema Gaudì e architettura non possiamo non parlare della Sagrada Familia, sicuramente l’opera più famosa realizzata da Gaudì, un tripudio di dettagli, colori e visioni.

Potresti trascorrere ore sia all’esterno sia all’interno della cattedrale a guardare ogni singolo dettaglio di questa meraviglia architettonica ancora incompleta. I lavori per la Sagrada Familia sono iniziati nel 1882 e il suo termine (per ora) è previsto per il 2030. Come dicevamo, la cattedrale è bellissima da visitare all’interno e per comprendere al meglio tutta la storia della Sagrada Familia ti consigliamo di fare un tour guidato.

Metro: Monumental (Linea L2) Sagrada Familia (Linea L2; L5)

Ti potrebbe interessare10 cose che non sai sulla Sagrada Familia

💡 Consiglio furbo: Se hai intenzione di visitare la Sagrada Familia, ti consigliamo di acquistare il biglietto salta fila, soprattutto se andrai nei periodi di alta stagione o nei weekend. Puoi acquistare i biglietti dal venditore ufficiale oppure acquistare un tour guidato della Sagrada Familia (con biglietto saltafila incluso) o il biglietto che comprende visita guidata alla Sagrada Familia e alle torri dalle quali poter ammirare Barcellona dall’alto.

Dove pranzare?

Per pranzo ti consigliamo di cercare qualcosa in zona. Intorno la Sagrada Familia ci sono diversi bar e locali tipici, ma se vuoi assaggiare qualcosa di davvero buono ti consigiamo l’Arroseria Xativa (Carer del Torrent d’En Vidalet), a pochi minuti di distanza dalla Sagrada Familia. Qui potrai gustare oltre 25 tipologie di riso, dalla classica paella a piatti più elaborati… fai in modo però di lasciare un posticino per il dolce: la crema catalana qui è spaziale!

Montjuïc e la Fontana magica

Per il pomeriggio della prima giornata a Barcellona ti consigliamo la zona della collina di Montjuic, una vera e propria istituzione in città. Qui ci si potrebbe trascorrere tranquillamente un’intera giornata a esplorare ogni singolo angolo.

Per raggiungere la collina ci sono diversi modi: puoi prendere la caratteristica funivia che parte ogni pochi minuti dal porto di Barcellona (puoi acquistare i biglietti per la funivia a questo link) oppure i bus o ancora se ti va di camminare puoi anche raggiungere la vetta a piedi. Quello che è certo, è che una volta qui, sarà difficile resistere alla bellezza di Barcellona dall’alto!

Da non perdere una volta qui il bellissimo Castello di Montjuic, lo Stadio Olimpico ma anche il Museu Nacional d’Art de Catalunya e ovviamente la Font Magica, una fontana magica che dal 1929 incanta grandi e piccini.

Realizzata per l’Esposizione Internazionale del 1929, la Fontana Magica di Montjuic intrattiene i visitatori da quasi cento anni ed è attiva ogni giorno, ma è assolutamente imperdibile durante il Festival La Mercè, che si svolge a settembre, quando lo spettacolo si conclude con un bellissimo spettacolo di fuochi d’artificio. Puoi controllare gli orari e le date degli spettacoli a questo link.

Dove cenare?

Se hai ancora energie dopo questa prima e intensa giornata alla scoperta di Barcellona, ti consigliamo di fare una cena nel caratteristico quartiere di Ravel. Il nostro posticino preferito qui è El Nou Cafetì, un piccolo ristorante a conduzione famigliare dove poter gustare tapas e piatti a base di pesce e gustare dell’ottimo vino o sangria. I prezzi, rispetto alla media dei ristoranti – soprattutto quelli molto turistici – sono davvero bassi e la qualità molto alta!

Itinerario giorno 2

La mattina ha l’oro in bocca e quando si è a Barcellona questa frase ha davvero senso! Anche questa giornata sarà dedicata alla scoperta di alcuni luoghi iconici della città. Iniziamo da Passeig de Gràcia per arrivare infine all’iconica Barceloneta.

Passeig de Gràcia

Inizia la giornata da qui, una delle strade più esclusive di Barcellona e il luogo perfetto dove ammirare l’eclettica architettura della città.

Casa Milà (o la Pedrera) e Casa Batlò

Dopo Parc Guell e la Sagrada Familia, questi sono altri due capolavori di Gaudì: Casa Milà e Casa Batlló. Entrambe si trovano lungo il Passeig de Gracia, sicuramente la strada più esclusiva dello shopping in città.

Quelle che un tempo erano delle abitazioni private commissionate da due importanti famiglie ad Antoni Gaudì oggi sono degli splendidi musei e rappresentano un must di ogni visita a Barcellona.

Casa Milà, chiamata anche la Pedrera, è un edificio residenziale realizzato nel 1906 che si sviluppa in modo sinuoso grazie alla sua facciata che di certo non passa sicuramente inosservato. Lo spazio più bello di Casa Milà è senza ombra di dubbio la sua terrazza dalla quale avrai una vista privilegiata sulla Sagrada Familia.

💡 Consiglio furbo:  Se hai intenzione di visitare gli interni di Casa Milà e Casa Batlò ti consigliamo di acquistare per tempo i biglietti d’ingresso, possibilmente con l’opzione saltafila. Puoi acquistare qui i biglietti d’ingresso per Casa Milà e invece qui i biglietti d’ingresso per Casa Batlò.

Plaça de Catalunya

Continuando la passeggiata arriverai al cuore nevralgico della città: la bella Plaça de Catalunya. Da qui, parte anche la famosa Rambla di Barcellona, la nostra prossima tappa ma questo è anche il punto di partenza di moltissimi tour della città. Fra i tanti ti consigliamo il Free tour della Barcellona Modernista che parte proprio da questa piazza!

La Rambla

La Rambla è la strada più famosa e iconica della città! Oltre un chilometro di strada alberata che dal cuore di Barcellona conduce direttamente al mare passando per negozi storici e bancarelle di souvenir, da artisti di strada al famoso mercato dove poter gustare le delizie locali.

Percorrendo la Rambla, ti raccomandiamo di fare particolarmente attenzione ai tuoi effetti personali, in quanto non è raro che qui avvengano furti.

La Boqueria

Poco distante dalla Rambla si trova uno dei mercati più famosi della città. Al Mercat de la Boqueria puoi trovare di tutto e di più. Dalla frutta secca a quella disidratata, dal pesce fresco al jamon serrano affettato al momento, dalle macedonie fresche ai turon e alle spezie provenienti da tutta la Spagna.

Per noi è uno di quei luoghi “obbligatori” da visitare quando si è a Barcellona, anche solo per fare uno spuntino con pochi euro! In questo caso qui potrai fare un vero e proprio pranzo coi fiocchi in uno dei tanti stand del mercato! Esperienza super raccomandata!

Ti potrebbe interessareMigliori mercati coperti di Barcellona

La Barceloneta

Dopo questa lunga passeggiata non c’è niente di meglio che trovare un po’ di relax e pace al mare! E allora siamo pronti a raggiungere la destinazione finale di questa giornata alla scoperta di Barcellona!

Le spiagge di San Sebastià e Barceloneta formano una lunghissima e bella spiaggia che si estende per oltre un chilomentro. Affollata ad ogni ora del giorno, la spiaggia di Barceloneta è il luogo perfetto per fare nuove conoscenze e divertirsi.

Lungo tutto il lungomare ci sono poi diversi servizi e qui è bello venirci in ogni stagione dell’anno anche solo per fare un bel pranzo sul lungomare.

💡 Consiglio furbo: Vuoi trascorrere una serata in modo insolito? Allora perché non visitare il bellissimo quartiere Eixample? Si tratta del quartiere più vissuto di Barcellona, il luogo perfetto per una cena in uno dei tanti ristoranti di tendenza o anche per fare serata. Eixample è il quartiere gay di Barcellona, qui sono locali per tutti i gusti e siamo sicuri che qui potrai trascorrere una serata di puro divertimento. Controlla tutti i locali gay di Barcellona.

Itinerario giorno 3

Siamo quindi arrivati al termine di questo bellissimo viaggio a Barcellona. Il terzo e ultimo giorno alla scoperta della città catalana è un immersione nella Barcellona più vera e tipica!

Barri Gòtic

Iniziamo la giornata andando alla scoperta del Barri Gotic, un dedalo di stradine che si trova fra la Rambla, il Port Vell e Plaza Catalunya. Qui ci sono tantissimi negozietti, ristoranti, bar e quell’atmosfera tipica di ogni centro storico.

Vale la pena fare una passeggiata qui in qualsiasi ora del giorno e della notte per scoprire la vera anima di Barcellona! Ti consigliamo di leggere anche il nostro articolo dedicato al quartiere dove troverai un itinerario con mappa di Barrio Gotic.

El Raval

Altro quartiere iconico della città è quello del Raval. Questo è il quartiere dei negozietti vintage e degli artisti di strada.

Il luogo perfetto per scoprire una Barcellona insolita e per ammirare opere d’arte di artisti di fama mondiale. Per averne un assaggio attraversa la Rambla del Raval, una grande piazza pedonale dove potrai ammirare il famoso Gatto dell’artista colombiano Fernando Botero.

Se vuoi scoprire qualcosa in più di questo bellissimo quartiere (un tempo malfamato) puoi partecipare a questo tour guidato! Il tour è in italiano, ha una durata di circa 2 ore e un costo di 15 Euro.

La Ribera e Parc de La Ciutadell

Sebbene sia un quartiere centralissimo, La Ribera è spesso sottovalutato. La realtà è che per noi è uno dei quartieri migliori per scoprire la vera essenza della cultura locale di Barcellona.

Qui troverai diversi tapas bar, locali dove bere una cerveca ghiacciata o fare un buon pranzo. In questo quartiere si trova anche il bellissimo Museo Picasso dove sono conservate alcune delle opere più emblematiche dell’artista.

A poca distanza si trova anche Il Parco della Ciutadella, un immenso parco con ben 17 ettari di verde. Al suo interno potrai trovare uno zoo, il laghetto, tantissime sculture e la famosa fontana progettata da Fontsere. Il nostro consiglio è di noleggiare una bicicletta e a fare un piccolo giro nei dintorni, o utilizzarla per i tuoi spostamenti. Anche un giro in barca nel laghetto non è niente male, seguito poi da un bel pic nic al parco!

Barcellona per gli amanti dell’arte: 8 musei da non perdere

Negli itinerari presenti qui per visitare Barcellona in 3 giorni non abbiamo inserito la visita di alcun museo, se non consigliato l’ingresso ad alcuni must della città come la Sagrada Familia o le case museo di Gaudì. Abbiamo scelto questo approccio perché siamo convinti che la visita di un museo sia molto personale, la scelta di quale museo visitare cambia molto da persona a persona in base ai propri gusti.

In questa sezione quindi troverai una selezione di musei di arte, ma anche particolari da poter visitare quando si è a Barcellona. Ecco gli 8 musei più belli di Barcellona.

  • Museo Picasso: La collezione permanente del Museo Picasso si trova all’interno di 5 edifici trecenteschi davvero belli. Le opere esposte sono principalmente legate agli anni formativi di Picasso, ma la quantità di opere presenti ti permetteranno di scoprire tutto sull’arte di questo grande genio. Informazioni sul sito ufficiale del museo. Leggi anche il nostro articolo con tutte le informazioni sul Museo Picasso.
  • Museo di Storia della Catalogna: Un museo molto interessante per chi ha voglia di conoscere qualcosa in più sulla storia catalana. All’interno del museo è esposta un’incredibile collezione di oggetti, documenti, riproduzioni e supporti audiovisivi che ti permetterà di scoprire la storia di questa comunità autonoma spagnola in maniera facile e divertente. Puoi acquistare i biglietti del museo a questo link.
  • Palau de la Música Catalana: Il Palau de la Musica Catalana è la sede dell’Orfeó Català, la Società Corale della Catalogna ed è una delle massime espressione dell’Art Nouveau catalana e dell’architettura modernista. Uno dei luoghi più belli di Barcellona che fa parte del Patromonio UNESCO dal 1997. Puoi acquistare i biglietti per la visita a questo link.
  • MACBA – Museo di Arte Contemporanea di Barcellona: Una vera e propria istituzione dell’arte contemporanea a Barcellona. Il MACBA ospita una delle collezioni più importanti della Spagna e al suo interno sono esposte opere di Basquiat, Keith Haring e Jenny Holzer fra i tanti. Puoi acquistare il biglietto d’ingresso a questo link.
  • Museo Olimpico e dello Sport di Barcellona: Questo museo si trova sulla caratteristica collina di Montjuic ed è un bel museo da visitare quando si è in zona. All’interno del museo potrai rivivere i Giochi Olimpici di Barcellona 92 e mettere alla prova le tue capacità fisiche. Puoi acquistare i biglietti d’ingresso a questo link.
  • Fondaziona Antoni Tapies: Questo è uno dei musei d’arte moderna e contemporanea più interessanti di Barcellona. Qui scoprirete i capolavori di pittura e scultura realizzati dal talentoso artista nel corso del XX secolo oltre a poter ammirare le opere di Paul Klee o Joan Miró. Per info e per acquistare i biglietti puoi controllare questo sito.
  • Museo Hash Marihuana & Hemp: Un museo insolito che sicuramente è molto amato dai più giovani. Il museo si trova all’interno di un bellissimo palazzo modernista e permette di scoprire le peculiarità della pianta della cannabis con una collezione di oggetti legati alla cultura della cannabis. Puoi acquistare i biglietti a questo link.
  • Museo Erotico di Barcellona: Altro museo particolare della città catalana, il MEB è il primo museo spagnolo dedicato all’erotismo. Al suo interno è esposta una collezione di circa 800 pezzi, tra sculture antiche e dipinti provenienti da tutto il mondo, ma anche diversi oggetti moderni. Puoi acquistare i biglietti a questo link

Se questi musei non ti hanno convinto, ti consigliamo di leggere il nostro articolo sui migliori musei di Barcellona. Al suo interno troverai una selezione di 22 musei da visitare a Barcellona.

Cosa vedere a Barcellona quando piove

Partiamo da un punto: Barcellona è bella anche quando piove. Il nostro amore incondizionato per questa città cresce sempre di più perchè Barcellona è la città dalle mille cose da fare anche quando fuori piove.

In giro per la città ci sono circa 40 musei che vanno dall’arte antica a quella contemporanea, per non parlare dei teatri, con un cartellone sempre interessante. In questa sezione troverai qualche consiglio sulle cose da vedere a Barcellona quando piove.

  • Sagrada Familia
  • Casa Milà (La Pedrera)
  • Casa Batlò (Biglietti salta-fila qui)
  • Il mercato coperto di La Boqueria
  • Museo del cioccolato
  • Cattedrale di Barcellona
  • Casa Vicens (Biglietti qui)
  • Museo di Picasso
  • Palazzo Güell
  • Il museo delle Cere
  • Aquarium di Barcellona (Biglietti qui)

Se alla semplice visita della città preferisci fare delle esperienze con persone del posto, beh a Barcellona sei nella città giusta! Qui infatti ci sono tantissime attività che puoi fare anche quando piove come ad esempio la Cena con spettacolo di flamenco oppure una lezione di cucina per preparare una vera paella catalana.

Consigli per risparmiare durante una visita a Barcellona

Il miglior consiglio per risparmiare durante un viaggio a Barcellona è quello di pianificare tutto per tempo. Non solo i vari spostamenti, ma anche le attività e i musei che hai intenzione di visitare. In questo modo potrai acquistare le varie tessere turistiche dei mezzi di trasporto e dei musei che ti permetteranno di risparmiare diversi euro.

  • Tessera Hola BCN: La tessera Hola BCN! consente l’uso illimitato del trasporto pubblico di Barcellona. Con questa tessera potrai utilizzare la metro, gli autobus urbani i treni suburbani, quelli della Renfe 1 e della Generalitat, i tram e il treno dell’aeroporto di Barcellona. Sono disponibili diverse soluzioni da 48 a 120 ore. Puoi controllare i prezzi a questo link.
  • Barcellona Card: La Barcellona Card invece unisce l’utilizzo illimitato del trasporto pubblico di Barcellona all’ingresso (gratuito o con sconto) a tantissimi musei della città. Pianificando con un po’ di anticipo la visita alla città siamo sicuri che questa potrebbe essere la scelta migliore. Puoi consultare i dettagli e i prezzi a questo link.
  • AirticketBCN: Questa card è perfetta per gli amanti dell’arte! Qui infatti sono compresi 6 dei musei più famosi di Barcellona. Puoi controllare i prezzi e i dettagli di utilizzo a questo link.

Correlati