Indonesia

Come organizzare un viaggio a Bali (Indonesia): Consigli per un tour a Bali fai da te

Daniele - Gayly Planet |

Come organizzare un viaggio a Bali (Indonesia): Consigli per un tour a Bali fai da te

Se il tuo sogno è fare un viaggio a Bali in Indonesia, sei nel posto giusto. Bali è una destinazione incredibile, in cui la natura e la spiritualità la fanno da padrone, e organizzare le vacanze a Bali può essere sempre e solo una bellissima idea.

In questa guida potrai trovare tutte le info generiche che ti servono per organizzare un viaggio a Bali fai da te, con i consigli, i costi, il clima e il periodo migliore per visitare l’isola, informazioni sul visto, quando andare, ma anche informazioni pratiche utilissime come dove dormire con i migliori hotel consigliati e dove mangiare.

Organizzare una vacanza a Bali potrebbe sembrare complicato, ma con tutte le dritte che troverai in questa guida potrai pianificare il tuo viaggio a Bali passo dopo passo e in facilità.

Bali: dove si trova e come arrivare

Bali è una delle isole più famose e visitate dell’Indonesia, un Paese che si trova nel sud-est asiatico. Questa zona dell’Asia ha al suo interno paesi come la Thailandia, Vietnam e Filippine, e l’Indonesia è il paese più a sud del sudest asiatico. Basta pensare che poco più a sud di Bali si trova l’Australia, ma la distanza non deve preoccupare perché arrivare a Bali è davvero semplice. Nella mappa qui sotto potrai vedere dove si trova Bali, ma anche le isole più visitate come le Nusa e le Gili.

A Bali si arriva facilmente tramite i voli con destinazione aeroporto internazionale di Dempasar a sud di Bali. Dall’Italia non ci sono voli diretti e si deve per forza fare scalo in altri aeroporti internazionali, in base alla compagnia che si sceglie per volare, ma è comunque molto semplice.

La durata del volo cambia da tratta a tratta, ma di solito si impiegano in tutto 18 ore, per esempio circa 6 dall’Italia a un scalo negli Emirati Arabi come Dubai e altre 9 ore da qui a Bali, il resto del tempo è l’attesa tra un volo e l’altro.

Itinerari di viaggio a Bali

Organizzare un viaggio a Bali in Indonesia, potrebbe sembrare complicato, ma abbiamo realizzato degli itinerari di viaggio perfetti per permetterti di visitare nel miglior modo Bali, in base alla quantità di giorni che hai a disposizione. A Bali ci sono tantissime cose da vedere e da fare e per questo è importante metterle in ordine e selezionarle per capire cosa vedere, quando, ma soprattutto dove dormire.

Quanti giorni servono per visitare Bali?

Bali è un’isola non troppo grande ma c’è una quantità di cose da fare e da vedere incredibile. Per una visita completa ti possono bastare anche 7 giorni, che è di solito il tempo che si rimane se si vedono anche altre isole in Indonesia come Java (Giava) o le Flores, ma sicuramente con 10 o 14 giorni potrai visitare molto meglio Bali e aggiungere anche le meravigliose isole che la circondano come le Isole Nusa e le Gili. Vediamo ora gli itinerari di viaggio a Bali che abbiamo realizzato, da 7, 10 e 14 giorni.

Itinerario di 7 giorni a Bali (Una settimana)

L’itinerario di 7 giorni a Bali è un tour completo dell’isola che prevede escursioni e visite a tutti i luoghi più importanti di Bali. Inoltre il giorno 7 è perfetto sia per rimanere sull’isola ma anche per fare un’escursione di un giorno alle Isole Nusa, davvero imperdibili.

Giorno 1: Ubud. Inizio del viaggio a Bali di 7 giorni
Giorno 2: Ubud. Alla scoperta di Ubud tra foresta delle scimmie, templi e mercato
Giorno 3: Ubud/Monte Batur. Escursione all’alba sul Monte Batur, una delle esperienze più belle
Giorno 4: Ubud. Ulun Danu Beratan, il tempio più importante di Bali
Giorno 5: Ubud. Le terrazze di riso Tegalalang e i dintorni di Ubud
Giorno 6: Canggu e Seminyak. Taman Ayun Temple, Tanah Lot e Canggu
Giorno 7: Seminyak o Kuta. La baia di Jimbaran e Uluwatu, o escursione in giornata alle Isole Nusa
Giorno 8: Seminyak o Kuta. Partenza e fine del viaggio a Bali di 7 giorni

Per questo itinerario si prevede di dormire 5 notti a Ubud (Giorni da 1 a 5) e 2 notti a Seminyak o Kuta (Giorni da 6 a 8)

Itinerario Bali di 10 giorni

L’itinerario di 10 giorni a Bali è sicuramente quello che ti può permettere di fare un tour dell’isola completo, visitando meglio alcune zone e dormendo anche sulle isole Nusa, vicinissime a Bali.

  • Giorno 1: Ubud. Inizio del viaggio a Bali di 10 giorni
  • Giorno 2: Ubud. Alla scoperta di Ubud tra foresta delle scimmie, templi e mercato
  • Giorno 3: Ubud/Monte Batur. Escursione all’alba sul Monte Batur, una delle esperienze più belle
  • Giorno 4: Ubud. Ulun Danu Beratan, il tempio più importante di Bali
  • Giorno 5: Ubud. Le terrazze di riso Tegalalang, danze e relax a Ubud
  • Giorno 6: Canggu e Seminyak. Taman Ayun Temple, Tanah Lot
  • Giorno 7: Nusa Penida. Alla scoperta della spiaggia T-Rex, Manta Bay e Crystal Bay
  • Giorno 8: Nusa Penida. Escursione in giornata a Nusa Lembongan e Nusa Ceningan
  • Giorno 9: Uluwatu. Giornata alla baia di Jimbaran
  • Giorno 10: Uluwatu. Alla scoperta di Uluwatu tra templi e spiagge indimenticabili
  • Giorno 11: Uluwatu. Partenza e fine del viaggio a Bali di 10 giorni

Per questo itinerario si prevede di dormire 5 notti a Ubud (Giorni da 1 a 5), una notte a Seminyak (Giorno 6), due notti a Nusa Penida (Giorno 7 e 8) e due notti a Uluwatu (Giorno 9 e 10).

Itinerario Bali di 14 giorni (2 settimane)

L’itinerario di 2 settimane a Bali è sicuramente quello più completo perché permette di vedere in modo davvero esaustivo tutta l’isola ma anche di aggiungere le migliori isole e spiagge vicino Bali, come una visita alle Isole Nusa, ma anche alle meravigliose Isole Gili, un vero e proprio paradiso terrestre.

  • Giorno 1: Ubud. Inizio del viaggio a Bali di 14 giorni
  • Giorno 2: Ubud. Alla scoperta di Ubud tra foresta delle scimmie, templi e mercato
  • Giorno 3: Ubud/Monte Batur. Escursione all’alba sul Monte Batur, una delle esperienze più belle
  • Giorno 4: Ubud. Ulun Danu Beratan, il tempio più importante di Bali
  • Giorno 5: Ubud. Le terrazze di riso Tegalalang, danze e relax a Ubud
  • Giorno 6: Canggu e Seminyak. Alla scoperta di Canggu, e dei templi Taman Ayun e Tanah Lot
  • Giorno 7: Nusa Penida. Arrivo a Nusa Penida, Pura Penataran Ped e tramonto in spiaggia
  • Giorno 8: Nusa Penida. Alla scoperta della spiaggia T-Rex, Manta Bay e Crystal Bay
  • Giorno 9: Nusa Lembongan. Visita a Nusa Lembongan e Nusa Ceningan
  • Giorno 10: Uluwatu. Giornata alla baia di Jimbaran
  • Giorno 11: Uluwatu. Alla scoperta di Uluwatu tra templi e spiagge indimenticabili
  • Giorno 12: Isole Gili. Arrivo a Gili Trawangan, l’isola più grande e quella più divertente
  • Giorno 13: Isole GIli. Escursione in giornata per scoprire Gili Meno e Gili Air
  • Giorno 14: Seminyak o Kuta. Ultimo giorno alle isole Gili e ritorno in serata a Kuta o Seminyak
  • Giorno 15: Seminyak o Kuta. Partenza e fine del viaggio a Bali di 14 giorni

Per questo itinerario si prevede di dormire a Ubud (Giorni da 1 a 5), una notte a Seminyak o Kuta (Giorno 6), tre notti alle Isole Nusa (Giorni 7, 8 e 9), due notti a Uluwatu (Giorno 10 e 11), due notti alle Isole Gili (Giorni 12 e 13) e una notte a Seminyak o Kuta (Giorno 14).

Dove dormire a Bali

Bali non è un’isola molto grande ma è importante scegliere con precisione dove voler dormire durante il viaggio per poter essere vicini alle attività che ci interessano maggiormente. Per esempio la zona di Seminyak o Kuta sono perfette se ti piace il surf, gli ambienti internazionali o i locali notturni, al contrario se ti interessa maggiormente la cultura, i templi e il benessere, Ubud è la scelta giusta. Qui potrai trovare le migliori zone dove dormire a Bali e il motivo per cui dovresti sceglierle.

  • Ubud: il posto migliore dove dormire a Bali perché è il cuore dell’isola, arrivi facilmente ovunque ed è qui che si trovano la maggior parte dei siti da visitare
  • Kuta: una zona molto popolare di Bali dove si trovano moltissimi hotel a poco prezzo, locali notturni e ambiente internazionale, inoltre è il paradiso del surf, quindi se ti piace cavalcare le onde, questo è il posto giusto
  • Seminyak: il posto perfetto se ti piace fare il tramonto in spiaggia, se ti piace il surf e la vita notturna movimentata
  • Canggu: uno dei posti migliori dove prendere un hotel a Bali, è più distante dalle zone con molta vita notturna, ma troverai comunque un assaggio di tutto, dai baretti in spiaggia ai ristoranti molto buoni, oltre hotel e case meravigliose immerse nella natura
  • Jimbaran: una zona turistica ma con una concentrazione di hotel molto grande, per questo qui potrai trovare ottime strutture a prezzo ridotto
  • Uluwatu: la zona consigliata se vuoi dormire in un hotel con vista mare
  • Nusa Dua: questa è la zona di Bali preferita dagli amanti del lusso e del benessere, perché qui ci sono i migliori hotel di tutta l’isola, spiagge incredibili e panorami da mozzare il fiato
  • Sanur: zona perfetta dove dormire se ti piace fare diving
  • Bedugul: si trova a nord ed è la zona consigliata perché cerca hotel e posti dove dormire molto calmi ma allo stesso tempo belli e collegati
  • Tulamben: uno dei migliori villaggi locali dove dormire a nord di Bali

Visto per Bali: Cosa serve

L’ingresso a Bali funziona esattamente come quello generico per l’Indonesia, non esistono eccezioni per visitare soltanto l’isola di Bali, ma è davvero semplice ottenerlo per i possessori di passaporto italiano. Arrivati in aeroporto a Bali Dempasar o Jakarta si può richiedere il VoA (Visa on Arrival – Visto all’arrivo) consegnando i documenti richiesti e pagando direttamente in aeroporto 500,000 IDR (circa $35). I documenti richiesti al momento sono:

  • Test covid PCR negativo fatto 72 ore prima della partenza
  • Altri documenti relativi a ciclo vaccinale
  • Passaporto in corso di validità e con almeno 6 mesi rimanenti prima della scadenza
  • Biglietto di ritorno
  • Assicurazione con copertura covid

Per visitare Bali non si deve quindi chiedere in anticipo il visto e non c’è quarantena. Il Visto dura 30 giorni, rinnovabile a Bali per altri 30 giorni. Prima di partire ricordati sempre di controllare le regole di ingresso sul sito ufficiale Viaggiare Sicuri così da compilare eventuali form online e documenti.

Viaggiare sicuri: Assicurazione di viaggio

Se in valigia hai messo tutto il necessario per viverti il viaggio nel miglior modo possibile sarà necessario fare la cosa più importante di tutte: assicurarsi. Negli ultimi anni abbiamo imparato quanto sia necessario avere una copertura sanitaria (e non solo) in grado di darti il massimo della tranquillità e assistenza in caso non dovessi sentirti bene o dovessi farti male.

L’assicurazione di viaggio di Europ Assistance è la più completa e efficace e collegandoti tramite il nostro link avrai uno sconto del 10%. Potrai personalizzare l’assicurazione come preferirai, scegliendo le soglie, e le coperture (esempio copertura bagaglio). La Polizza Viaggio garantisce un’assistenza sanitaria ovunque nel mondo. In caso di Covid, offre protezione completa, compresa la copertura in caso di prolungamento forzato del soggiorno.

Quando andare a Bali

Bali quando andare? Questa è forse la prima domanda che ci si pone quando si vuole organizzare un viaggio a Bali, perché il meteo è davvero uno degli aspetti più importanti da prendere in considerazione. Come in generale in Indonesia e in tutto il sudest asiatico, qui ci sono due stagioni: stagione secca con pochissima pioggia e caldo secco e la stagione umida, con piogge costanti, caldo e umidità al 100%. I mesi di stagione secca sono i migliori per visitare Bali e vanno da maggio a ottobre, mentre negli altri mesi è facilissimo trovare molta pioggia. Qui sotto trovi una tabella con la divisione per mesi del meteo a Bali.

Bali a Gennaio🌧🌧🌧🌧🌧
Bali a Febbraio🌧🌧🌧🌧🌧
Bali a Marzo🌧🌧🌧🌧☀️
Bali a Aprile🌧🌧🌧☀️☀️
Bali a Maggio🌧🌧☀️☀️☀️
Bali a Giugno🌧☀️☀️☀️☀️
Bali a Luglio☀️☀️☀️☀️☀️
Bali a Agosto☀️☀️☀️☀️☀️
Bali a Settembre🌧☀️☀️☀️☀️
Bali a Ottobre🌧🌧☀️☀️☀️
Bali a Novembre🌧🌧🌧🌧☀️
Bali a Dicembre🌧🌧🌧🌧🌧

Viaggio a Bali: costi

Quanto costa un viaggio a Bali? Questa è un’altra domanda che ci si pone quando si organizza una vacanza qui. Il costo di un viaggio a Bali ovviamente cambia in base alla tipologia di viaggio che vuoi fare, ma di base è un viaggio economico perché i servizi, il cibo e gli hotel hanno un prezzo molto più basso di quelli a cui siamo abituati, e quindi è possibile organizzare un viaggio a Bali senza spendere un occhio della testa.

Valuta e tasso di cambio

In Indonesia si utilizza la Rupia Indonesiana. € 1 corrisponde a circa IDR 15.500 (il cambio oscilla da 15k a 17k). Si può prelevare facilmente ovunque con carte Visa e Mastercard, anche ricaricabili, ma è preferibile portare dei contanti e cambiarli appena si arriva, perché in alcune isole molto piccole potrebbero esserci solo bancomat per conti e carte indonesiane, per esempio sulle isole Nusa. In generale a Bali non ci sono problemi per utilizzare le carte nei ristoranti, in hotel e in giro, ma comunque serviranno dei contanti per pagare nei mercati e per le mance.

Viaggio a Bali costo

Come abbiamo detto, l’Indonesia è economica e anche se Bali è l’isola più costosa tra tutte, comunque si può pianificare un viaggio con un budget molto ridotto. Ecco i principali costi per le spese delle attività a Bali da mettere in conto.

  • Hotel. Ostelli: € 6-10 a notte. Stanze in case o B&B: € 15-20 a notte. Hotel 2 o 3 stelle: € 25-30. Hotel lusso e resort: da € 35 a € 100.
  • Cibo. Street food o ristoranti “warung”: € 1,5-2,5. Ristoranti: € 5-7. Ristoranti di classe e occidentali: da € 15.
  • Alcolici. Birra al ristorante: € 1,5. Birra al bar: € 3,5. Cocktail: da € 5.
  • Trasposti. Noleggio scooter: da €5 al giorno. Pick up di un giorno condiviso con altre persone: da €9. Taxi da e per aeroporto: € 5.
  • Tour ed escursioni. Tour di gruppo a partire da €35/40 per una giornata intera con pranzo incluso e trasferimenti da e per l’hotel.

Come muoversi a Bali

Spostarsi a Bali sembra complicatissimo, perché non ci sono mezzi pubblici o treni, ma in realtà è molto semplice e dopo le prime giornate ci prenderai gusto. I principali mezzi per spostarsi a Bali sono i traghetti per andare da un’isola all’altra, mentre sull’isola ci si sposta con taxi, tuk tuk e mezzi privati.

Dall’aeroporto all’hotel

Dall’aeroporto internazionale di Bali si può prenotare un trasferimento per arrivare subito nelle principali città dell’isola e direttamente in hotel, così da rinfrescarsi e andare subito alla scoperta di questa incredibile isola. Puoi prenotare il trasferimento dall’aeroporto all’hotel su questo sito, inserendo tutti i dati del volo. Il prezzo è ad auto e non a persona, quindi molto conveniente.

  • Il transfert si può prenotare fino a 24 ore prima
  • Sito ufficiale per prenotare la macchina
  • Costo: circa da €16 a €28 a macchina (in base alla destinazione), fino a 5 persone

In alternativa puoi utilizzare gli altri mezzi descritti nel paragrafo su come spostarsi in città, anche se i prezzi saranno più o meno simili, e converrebbe comunque prenotare un trasferimento dall’aeroporto all’hotel.

Spostarsi in città

Per girare all’interno delle città come Seminyak, Kuta, Dempasar, Ubud e tutte le cittadine più grandi, il consiglio è quello di usare i taxi Blue Bird (gli unici che attivano automaticamente il tassametro) oppure le app GoJek e Grab (che funzionano come Uber). I costi per entrambi i servizi sono molto bassi, quindi non spenderai un occhio della testa per spostarti da una parte all’altra della città. In alternativa, ma è consigliabile solo nelle piccole isole turistiche, si possono noleggiare delle moto o scooter per girare in autonomia, e il costo si aggira attorno ai €5 al giorno.

Per le escursioni, dalle principali città partono sempre tour di ogni tipo che prevedono anche il trasporto, in alternativa puoi prenotare un auto con conducente per 8 ore e decidere tu dove andare e cosa visitare. Puoi prenotare l’auto su questo sito e i costi sono molto abbordabili.

Spostarsi sull’isola di Bali

Per spostarsi all’interno di Bali ci sono diversi modi. Puoi prenotare un servizio direttamente in hotel, tutti gli hotel hanno automobili proprie o autisti di fiducia, oppure ti puoi rivolgere ai tantissimi punti di informazione turistica, dove potrai prenotare gli spostamenti in minivan. Può sembrare complicato ma non lo è affatto. Anche in questo caso i prezzi sono bassi e potrai scegliere tra mezzi condivisi o privati. Un’altra soluzione sono gli scooter. Noleggiarli costa poco e li trovi ovunque, ma attenzione all’assicurazione, spesso non coprono i danni da incidenti in motorino e scooter, in questo caso noleggia uno scooter che abbia una sua assicurazione.

Infine c’è sempre l’opzione di auto privata con conducente che puoi prenotare per 8 ore e aggiungere qualcosa da vedere durante gli spostamenti. Puoi prenotare l’auto su questo sito.

WiFi e SIM Card

A Bali ci sono tantissime persone che si sono trasferite per lavorare a distanza e per questo internet e la WiFi è presente praticamente ovunque o comunque è sempre presente in hotel, bar e ristoranti. In ogni caso il consiglio è quello di comprare una SIM per il cellulare. Per acquistare la SIM hai due opzioni:

Se opti per la nostra scelta consigliata, su questo sito puoi comprare una e-sim, ovvero una sim digitale per avere la linea attiva sullo smartphone appena atterri in aeroporto. Le e-sim sono comodissime, non dovrai fare altro che fare uno scan del QR code che riceverai per installare la linea indonesiana nel tuo cellulare, a questo punto potrai navigare immediatamente e non dovrai perdere tempo in giro per cercare una sim.

  • Sito ufficiale per prenotare la e-sim per Bali
  • Costo: €30
  • Pacchetto: 5GB per 15 giorni

Se invece preferisci comprare una SIM quando arrivi a Bali, non prenderla in aeroporto dove non si vendono o se le hanno potrebbero essere contraffatte o costare troppo. In città dove troverai tantissimi venditori solo di SIM card e negozi per telefonia dove acquistarne una. Nel tragitto tra l’aeroporto e l’hotel, se prendi Grab o un taxi, puoi anche chiedere all’autista di fermarsi un attimo in un negozio per comprarne una, così da toglierti il pensiero. Il costo approssimativo è di IDR 60.000 (circa €3,5) per una sim da 10 GB.

Sicurezza Bali: Bali è un’isola sicura?

Bali, ma l’Indonesia in generale, è un’isola sicura e raramente avvengono crimini violenti, tranne qualche furto in zone molto turistiche. Potrai girare a qualunque ora senza problemi, ma ricorda di tenere comunque in sicurezza soldi e documenti, evita zaini facilissimi da aprire e usa sempre e solo bancomat con telecamere di sicurezza (quasi tutti).

Un possibile problema è quello dell’avvelenamento da alcol. I prezzi degli alcolici sono alti rispetto alle altre cose che potrai trovare sull’isola e per questo spesso i Balinesi allungano i drink con intrugli spesso velenosi. Stai alla larga dai baracchini di alcolici per strada e se un cocktail costa molto poco, evita di prenderlo. Opta sempre per cocktail nei bar e alcolici in bottiglia.

Cosa mangiare a Bali

Bali è un’isola con una tradizione culinaria molto antica e qui potrai provare piatti indonesiani davvero ottimi, oltre che pietanze da tutto il mondo, perché sarà facile trovare ristoranti di ogni tipi. La cosa da tenere a mente è che il pesce si trova solo nei ristoranti vicinissimi al mare, mentre in ogni altra parte dell’isola troverai carne e verdura. Gli indonesiani sono mooooolto rilassati, e quindi cenare o pranzare potrebbe essere un’esperienza particolarmente lunga, inoltre i piatti non arrivano mai a tutti, tutti insieme, ma pochi alla volta, perché di solito si divide tutto. Non arrabbiarti, fa parte della cultura del posto, e se vai di fretta comunica al cameriere che avrai la necessità di andare via entro un orario preciso e fatti consigliare i piatti più veloci da preparare. Tra i piatti tipici di Bali non dimenticare di provare questi.

  • Nasi Goreng: questo è il piatto tipico che troverai praticamente ovunque. È in pratica riso saltato in padella con salsa di soia, uova fritte e crackers di pesce. In molti ristoranti offrono versioni diverse con aggiunta di pollo fritto o spiedi di pollo grigliati.
  • Rendang: questo buonissimo piatto è  fatto da carne marinata con una crema di latte di cocco e spezie.
  • Pesce: se hai voglia di pesce scegli dei ristoranti tipo “Pondok”. In questi posti potrai scegliere dal menu il tipo di pesce e cottura desiderata (spesso è fritto e accompagnato da salse) e pagare in base al peso. Ogni piatto è pensato per essere condiviso tra tutti i commensali
  • Gado-Gado: questa insalata di patate è gustosissima ed è fatta con uova, carote, tofu e salse alle noccioline.

Inoltre Bali è famosa per i piatti crudisti, ovvero non cucinati ma solo macerati. Sono davvero ottimi oltre che salutari.

Altre informazioni importanti

Oltre a quelle elencate ci sono altre informazioni importanti da sapere per organizzarsi al meglio, come le prese elettriche, la lingua e le feste nazionali che spesso bloccano il Paese.

Elettricità e prese elettriche

A Bali si usano le stesse prese elettriche che utilizziamo in Italia. Lo standard è 220V/230V/50Hz, e vengono utilizzate sia le prese normali che quelle schuko utilizzate per gli elettrodomestici.

Lingua

Ovunque in Indonesia sarà facile comunicare è frequente incontrare persone che parlano inglese, anche se l’accento indonesiano è molto forte e potresti non capire tutto quello che ti stanno dicendo. A Bali in particolare in molti parlano un inglese essenziale quindi non avrai problemi a farti capire in nessun modo.

Feste nazionali e celebrazioni

Bali, rispetto alle altre isole indonesiane che sono musulmane, è un’area hinduista, quindi non ci saranno grandi chiusure o problemi relativi alle feste nazionali. La festa più importante si chiama Nyepi ed è la celebrazione tra marzo e aprile del nuovo anno lunare, è davvero bello partecipare a questa festa.

Viaggiatori LGBTQ+ a Bali

Bali è un’isola conosciuta per il suo turismo LGBTQ+ e questo perché rispetto alle altre isole, che sono musulmane, Bali è hinduista e più tollerante. Questo non vuol dire che la comunità LGBTQ+ locale viva alla luce del sole, anzi, per i balinesi LGBTQ+ non è affatto facile. Con i turisti chiudono tutti un occhio e per questo motivo a Bali potrai trovare molti locali gay con spettacoli drag, specialmente a Seminyak e sulla costa, ma anche hotel e resort gay dove poter vivere un’esperienza di viaggio gay a Bali davvero interessante. Leggi l’approfondimento su questo tema qui.

Cosa mettere in valigia per andare a Bali

Bali ha un clima tropicale caldo e umido tutto l’anno, perciò la valigia non sarà mai troppo pesante, ma se vuoi fare delle escursioni e girare anche l’entroterra dell’isola allora sarà importante portare anche dell’abbigliamento termico per la notte. Abbiamo realizzato una guida per aiutarti a fare le valigie per il prossimo viaggio a Bali senza dimenticare nulla di importante.

Letture consigliate

OffertaBestseller No. 1
Indonesia
  • Editore: Lonely Planet Italia
  • Autore: David Eimer , Paul Harding , Ashley Harrell
  • Collana: Guide EDT/Lonely Planet
  • Formato: Libro in brossura
  • Anno: 2020

Cerchi un albergo in Indonesia? Controlla le offerte su Booking!

Potrebbe interessarti

Dove dormire in Indonesia

Indonesia LGBTQ+ friendly

Correlati