Spagna

Cosa vedere a Valencia in tre giorni: Itinerario giorno per giorno con cartina

Gayly Planet |

Cosa vedere a Valencia in tre giorni: Itinerario giorno per giorno con cartina

Cosa vedere a Valencia in 3 giorni? Beh, se sei qui stai programmando una vacanza a Valencia di 3 giorni e vuoi visitare il meglio della città! Bene, sei nel posto giusto perché in questo articolo troverai tutte le informazioni necessarie per visitare al meglio Valencia in 3 giorni, consigli su come muoverti a Valencia, dove alloggiare e qualche consiglio su dove (e cosa) mangiare.

Ogni giornata ha poi una cartina dedicata che ti permetterà di avere tutto sotto controllo e di utilizzare la mappa ogni volta che vuoi.

Valencia è una di quelle città che non ha bisogno di presentazioni: un vero e proprio gioiellino della Spagna. Una città con tantissime cose da vedere e sebbene 3 giorni possano sembrare pochi siamo sicuri che sarai soddisfatto dalla tua vacanza a Valencia.

Una città magica in un cui lasciarsi trasportare dal suo dedalo infinito di stradine del centro storico, i colori del quartiere dei pescatori e le architetture contemporanee di Calatarva. Ecco quindi cosa vedere a Valencia in 3 giorni?

Itinerario per visitare Valencia in 3 giorni

Dove dormire a Valencia: le migliori zone per prendere un hotel

Iniziamo dalla basi, perché proprio da qui dipenderà molto la buona riuscita della tua vacanza a Valencia. Dato che visiterai Valencia per pochi giorni, il nostro consiglio è quello di prendere un albergo oppure un appartamento nel centro storico.

In questo modo avrai vicino te sempre una fermata della metropolitana e sarai vicino a qualsiasi punto d’interesse. Ecco alcune zone da tenere in considerazione quando prenoterai un albergo per la tua vacanza di 3 giorni a Valencia.

  • Ciutat Vella: Qui avrai le principali attrazioni della città a pochi minuti a piedi: dalla Cattedrale alla Lonja de la Seda, passando per il mercato centrale e la fontana del Turia. Nella Ciutat Vella si trova anche uno dei quartieri più famosi di Valencia: il Barrio Carmen. Si tratta di uno dei quartieri più antichi della città e la zona della movida!
  • Extramurs: Un quartiere molto tranquillo appena fuori il centro storico e dove trovare hotel, ostelli e appartamenti ad un prezzo leggermente più bassi rispetto al centro storico di Valencia dal quale dista circa 15 minuti a piedi.
  • Ruzafa: Questo è il quartiere di Valencia più vivo di notte. Qui troverai bar, ristoranti ma anche tantissimi negozi di artigianato locale e vintage shop. Per tutto il quartiere ci sono rooftop bar e terrazze dove sorseggiare una birra ghiacciata o un ottimo cocktail. La zona è perfetta per chi vuole scoprire l’anima notturna di Valencia.
  • Cuatre Carreras: Un po’ lontano dal centro storico ma vicinissimo all’attrazione più famosa di Valenica, la Città delle Arti e delle Scienze. Si tratta di una zona relativamente nuova, molto residenziale e con ottime strutture di qualità. Il prezzo è nella media e siamo sicuri che qui troverai la struttura perfetta per le tue esigenze.
  • Hotel vista mare: Per gli amanti del mare le zone perfette per dormire a Valencia e godere un po’ del bellissimo mare della città. Fra i quartieri che consigliamo ci sono quello di El Cabanyal, un tempo un villaggio di pescatori e la Malvarrosa la spiaggia più famosa di Valencia. Qui troverai degli splendidi hotel vista mare a Valencia.

Se invece vuoi cercare un hotel con più calma e hai bisogno di un aiuto nella scelta ti consigliamo di leggere il nostro articolo sulle migliori zone in cui cercare un albergo a Valencia.

Come muoversi a Valencia? Informazioni essenziali

Valencia è una città molto grande e capire in breve tempo come orientarsi e muoversi in città potrebbe essere complesso.

Il miglior modo per spostarsi in città però è quello di utilizzare i mezzi pubblici, Valencia è collegata da una fitta rete di bus, tram e metropolitana che collegano in tutte le direzioni la città.

Per risparmiare ti consigliamo di acquistare una tessera dei trasporti della durata del tuo viaggio per avere le corse illimitate. In questo modo risparmierai tantissimi soldi, soprattutto se tieni in considerazione che una corsa singola può costare fino a 6 €. Puoi acquistare la tessera a questo link e comprende anche l’ingresso gratuito o scontato a diverse attrazioni della città.

Informazioni pratiche sulla Valencia Tourist Card

La card turistica di Valencia ti permette di risparmiare molto sul tuo viaggio a Valencia in quanto con la tessera potrai utilizzare in modo illimitato il trasporto pubblico e avere sconti in musei e attrazioni.

Alcuni vantaggi:

  • Accesso gratuito a 20 musei e monumenti fra cui la Lonja de la Seda, le torri di Quart e di Serranos, il Museo Fallero.
  • Sconti del 15% per entrare nelle principali attrazioni turistiche: Città delle Arti e delle Scienze, autobus turistico, noleggio bici e altro
  • Degustazione di 2 tapas e 2 consumazioni nel centro di Valencia
  • Sconti del 20% nelle visite guidate della città
  • Mappa di Valencia
  • Sconti del 15% in negozi e ristoranti

Puoi acquistare la Valencia Tourist Card qui nelle opzioni da 24, 48 o 72 ore. Per sapere come muoverti a Valencia ti consigliamo di leggere il nostro articolo dedicato.

Giorno 1: Valencia in 3 giorni

Partiamo subito con il nostro viaggio e dedichiamo la prima giornata della nostra vacanza di tre giorni a Valencia con la visita del centro storico. Qui potrai visitare alcuni dei luoghi iconici di Valencia! Bene iniziamo subito… questo è l’itinerario del giorno 1 di cose da vedere a Valencia.

Ciutat Vella

Tutto questo itinerario si svolge all’interno della Città Vecchia di Valencia, ovvero il centro storico e cuore pulsante della città. Qui è bello perdersi fra le strette viette con case colarate e bar storici dove poter gustare un’ottima orxata, la bevanda tipica di Valencia. Il miglior modo per iniziare la visita della città è quello di partecipare a un free tour di Valencia. A noi piace un sacco partecipare ai free tour perchè ci permettono in poche ore di entrare nel cuore della città che visitiamo e di iniziare la scoperta dei luoghi con un po’ di preparazione.

Le cose da vedere nel quartiere storico di Valencia di certo non mancano e fra le tante ti consigliamo di visitare:

  • Cattedrale di Valencia e la Fontana del Turia: Dedicata all’Assunzione di Maria, la chiesa è davvero suggestiva e con una storia molto importante. All’interno della Cappella del Santo Calice si dice sia custodito il Santo Graal, il calice utilizzato da Gesù durante l’ultima cena. Ovviamente non c’è niente di certo, ma avere la possibilità di vedere da vicino quello che potrebbe essere il Santo Graal che ha ispirato tantissimi libri, film e storie molto conosciute è un’esperienza unica. La coppa è completamente ricoperta d’oro e pietre preziose inclusi due rubini e 2 smeraldi. L’ingresso alla Cattedrale costa 8 euro a persona e permette l’accesso alla chiesa, alla Cappella del Santo Graal e alla torre del Miguelete da dove godere di una vista unica su tutta la città. Nel nostro articolo dedicato trovi tutte le informazioni su come visitare la Cattedrale di Valencia.
    Appena uscito dalla Cattedrale troverai davanti a te una bella fontana dedicata al fiume di Valencia: il Turia. Questo è uno dei simboli della città e un luogo che non può mancare quando si visita Valencia. La fontana è riccamente decorata e la grande statua posta al centro simboleggia il fiume Turia con in mano una cornucopia o corno di Amaltea, simbolo dell’abbondanza
  • Lonja de la Sede: Uno dei più importanti da vedere a Valencia e Patrimonio dell’Umanità UNESCO dal 1996. Si tratta di un luogo dove i tantissimi commercianti che popolavano Valencia utilizzavano questo luogo per i loro commerci, principalmente la seta. I diversi saloni che compongono questo luogo sono davvero splendidi con le caratteristiche colonne e le scritte che ricordavano ai commercianti di essere onesti durante le contrattazioni. Se ti interessa scoprire qualcosa in più sul passato e sull’importanza di questo pregiato materiale nella storia di Valencia ti consigliamo di visitare anche l’interessante Museo della Seta al cui interno viene spiegata l’evoluzione e il processo di realizzazione del tessuto. Puoi acquistare i biglietti del Museo della Seta a questo link. In alternativa puoi anche partecipare a questo tour guidato alla scoperta della seta di Valencia.
  • Chiesa di San Nicola: Chiamata affettuosamente la Cappella Sistina Valenciana per via del suo straordinario ciclo di affreschi, la Chiesa di San Nicola è una bella chiesa in stile gotico e barocco. Nel corso del Settecento la volta fu affrescata con scene tratte dalla vita di San Nicola e San Pietro Martire e oggi è uno di quei luoghi imprescindibili in ogni visita a Valencia. Puoi acquistare i biglietti d’ingresso (che comprendono l’audioguida) a questo link.
  • Plaza de la Reina: Uno dei luoghi più affollati e vivaci della città. Qui ci sono tantissimi bar in cui potrai riposarti dai giri alla scoperta della città.

Mercado Central de Valencia

I mercati in Spagna sono una delle cose più belle da visitare, e ovviamente quelli di Valencia non fanno eccezione! A Valencia ci sono diversi mercati, ma il nostro preferito è il Mercado Central che si trova vicino alla Lonja de la Seda, nel cuore del centro storico.

Il mercato sorge dove storicamente si teneva il grande mercato dei commercianti di Valencia e nel 1910 il Comune di Valencia convocò un bando per la realizzazione di un nuovo mercato per la città. I lavori di costruzione furono completati nel 1928 e il Mercado Central venne finalmente inaugurato il 23 gennaio 1928.

All’interno del Mercado Central di Valencia trovarai oltre 900 bancarelle con tantissimi prodotti in vendita: dalle macellerie ai negozi di legumi, dalle spezie al pane e infine anche bancarelle che vendono pesce e ovviamente piatti da gustare al mercato. Ma attenzione, il Mercato Centrale di Valencia chiude alle 15.30, quindi meglio organizzarsi per un pranzo qui!

Fra le bancarelle da non perdere:

  • UNO: Uno stand perfetto per chi cerca qualcosa da mangiare. Qui offrono un menù semplice con una buona selezione di panini, insalate, dolci e pane. Include diverse proposte vegetariane e vegane – Banco 1, 2, 3
  • Afandi Delicias del Sultán: La miglior bancarella per gustare dolci dal Medio Oriente – Banco 79,80,81
  • Tortillas La Moderna: Altro luogo dove fare un ottimo pranzo è lo stand La Tortillas La Moderna. Qui troverai la miglior tortilla di Valencia e un’ampia scelta di birre – Banco 464, 465, 466, 467, 468

Al Mercado Central abbiamo dedicato un articolo con qualche consiglio per la visita e i altri stand da non perdere una volta qui.

💡 Consiglio furbo: Se ti appassionano i mercati di street food e il cibo sarai felice di scoprire che in città ci sono tantissimi mercati! Il modo migliore per visitarli è ovviamente con una persona del posto con un tour guidato. Questo tour alla scoperta delle tapas parte proprio dal Mercado Central di Valencia e ti porterà alla scoperta di tutte le delizie in vendita in questo mercato e ovviamente include delle tapas tipiche. Altro tour da prendere in considerazione è questo: tour delle tapas e del vino di Valencia.

Barrio del Carmen

Il Barrio del Carmen di Valencia è il luogo perfetto per fare un salto nel passato della città. Un tempo era un rifugio, successivamente una caserma per poi diventare un luogo di prostituzione e infine uno dei quartieri operai di inizio novecento. Oggi con la gentrificazione è diventato uno dei quartiere alternativi e amati dai giovani e dai turisti.

Questo per noi è luogo perfetto per trascorre qualche ora di divertimento in uno dei tanti localini che popolano il quartiere o per scoprire la street art che anima il barrio. Una delle attività imperdibili da fare una volta qui è quella di partecipare a un tour gratuito sulla street art che ti permetterà di scoprire da vicino la bellezza e la creatività dei murales di El Carmen.

Nel nostro articolo dedicato trovi un itinerario con mappa del Barrio del Carmen per visitare il quartiere in autonomia e non perdere nessun luogo di interesse.

Jardín del Túria

Per concludere questa prima giornata di visita a Valencia ti consigliamo di fare una passeggiata al Giardino del Turia, un parco che si estende per oltre 9 chilometri sul letto del vecchio Fiume Turia.

A seguito di un’importante alluvione che provocò diversi morti, il fiume è stato stato deviato e trasformato in un vero e proprio polmone verde della città. Qui è bello venire per fare delle belle passeggiate, per rilassarsi oppure vedere i tantissimi pappagalli che popolano le palme del parco. All’interno del Giardino del Turia si trova anche il Parco Gulliver, un parco tematico perfetto da visitare se viaggi con bambini. Uno dei posti più belli da vedere a Valencia.

Una buona idea per esplorare questo grandissimo giardino è quello di fare un tour in bicicletta del Jardín del Túria per scoprire qualche segreto in più su questo posto.

Giorno 2: Valencia in 3 giorni cosa vedere

Il secondo giorno di visita è tutto dedicato alla Città delle arti e delle Scienze, uno dei luoghi simbolo di Valencia nonché la perfetta sintesi del passato e del futuro di questa splendida città. Il pomeriggio invece andiamo in esplorazione al caratteristico quartiere Cabanyal per concludere poi con un bel tramonto sul mare.

Città delle Arti e delle Scienze di Valencia

La Città delle Arti e della Scienza (Ciutat de les Arts i les Ciències in valenciano) è un complesso di 6 edifici: l’Oceanografico, il museo della scienza, l’Hemisfèric, il Palazzo delle arti “Regina Sofia”, l’Agorà e l’Umbracle. Qui trascorrerai gran parte della mattinata, perché questi sono alcuni dei luoghi imprescindibili di ogni visita a Valencia.

Cosa vedere alla Città delle Arti e della Scienza

  • Oceanografico: L’oceanografico di Valencia è un grande parco marino (il più grande d’Europa)con un bellissimo acquario. All’interno della struttura ci sono diverse zone fra cui quella dedicata all’Artico con tantissimi pinguini e pulcinelle di mare, ovviamente una grande zona dedicata al Mediterranei e all’Oceano. All’interno di questo meraviglioso acquario c’è anche una voliera con dei bellissimi fenicotteri rosa, un ristorante e il delfinario. Puoi acquistare i biglietti per l’Oceanografico a questo link.
  • Museo della scienza: Il museo della scienza di Valencia è un museo interattivo in cui toccare, provare e fare degli esperimenti unici e anche molto divertenti. Ogni sala è tematica e con diversi esperimenti che ti permettono di scoprire alcuni dettagli sul mondo della scienza. Qui puoi comprare il biglietto per il Museo della Scienza.
  • Hemisfèric: L’Hemisfèric è un altro edificio all’interno della Città delle Arti e della Scienza. L’edificio si caratterizza per una piscina molto bassa all’interno della quale è possibile noleggiare una barchetta. La piscina poi, di sera, si illumina e lo spazio sembra un grande occhio. L’interno dell’edificio ospita delle proiezioni di film in realtà aumentata che vengono proiettati su una struttura circolare.
  • Palazzo delle arti “Regina Sofia”: Il Palazzo delle arti è un altro edificio futuristico all’interno da sembrare una navicella venuta da un altro pianeta. In questa struttura si trovano 4 teatri, in cui si svolgono spettacoli teatrali, musicali e di danza.
  • Agorà: Probabilmente questo è l’edificio più bizzarro, ma difficilmente visitabile. Questo palazzo viene utilizzato per eventi di tipo sportivo ed è possibile visitarlo solo durante lo svolgimento di eventi al suo interno.
  • Umbracle: Infine l’Umbracle è un bellissimo viale alberato con piante, palme e fiori proveniente da tutta la Spagna. Per visitare questo spazio non occorre nessun biglietto in quanto l’accesso è libero e gratuito.

Informazioni pratiche per visitare la Città della Scienza

Ogni attrazione all’interno della Città delle Arti e della Scienza ha un suo biglietto e un costo diverso. Al momento di pianificare il tuo viaggio a Valencia, se hai intenzione di visitare 2 attrazioni all’interno della Città delle Arti e delle Scienza la migliore opzione è quella di acquistare un biglietto combinato che offrono prezzi molto conveniente.

  • Biglietto per Oceanogràfic – Acquario di Valencia: Costo 33,70€ acquistabili online qui
  • Biglietto per Hemisféric – Cinema 3D: Costo di 8€
  • Ingresso al Museo della Scienza Principe Felipe: Costo 8,70€ acquistabili online qui
  • Ingresso a Umbracle: gratuito

Biglietti combinati per visitare la Città delle Arti e della Scienza

  • Biglietto per Oceanogràphic, Hemisfèric e Museo delle Scienze: 41,70€
  • Biglietto per Oceanogràfic e Museo delle scienze: 35,20€
  • Biglietto per Oceanogràfic e Hemisféric: 35,20€
  • Tutti i biglietti cumulativi sono acquistabili in biglietteria online a questo link

Cabanyal

Dopo aver fatto un ricco pranzo in uno dei tanti ristoranti che popolano il quartiere Cuatre Carreras dove si trova la Città delle Arti e delle Scienze ci spostiamo verso il caratteristico quartiere di El Cabanyal. Una passeggiata fuori dai soliti itinerari delle guide turistiche.

Questo quartiere di Valencia, un tempo cittadina autonoma col nome di Pueblo Nuevo del Mar, è fra i più suggestivi e pittoreschi. Qui si possono ammirare le antiche case dei pescatori in pieno stile liberty popolare valenciano.

Il lungomare di Malvarrosa

Per concludere questa giornata ti consigliamo di dirigerti verso il lungomare di Valencia. Qui è bello in ogni stagione dell’anno, in inverno più intimo mentre in estate molto affollato e brulicante. Il lungomare della Malvarrosa, la spiaggia cittadina di Valencia, è un ottimo luogo per godersi un tramotno coi fiocchi accompagnato da una birra ghiacchiata o perchè no una rinfrescante Agua de Valencia.

Se vuoi conoscere altre spiagge dove rilassarti e fare un bagno, trovi tutte le informazioni nel nostro articolo dedicato al mare di Valencia.

Ruzafa

Se hai ancora energie e vuoi vivere un po’ della movida valenciana allora il quartiere di Ruzafa è quello che fa per te! Qui si trovano diversi bar, ristoranti ma anche tantissimi negozi di artigianato locale e vintage shop. Per tutto il quartiere ci sono rooftop bar e terrazze dove sorseggiare una birra ghiacciata o un ottimo cocktail.

Giorno 3: Cosa vedere a Valencia in 4 giorni

L’ultimo giorno a Valencia è quello perfetto per fare una gita fuori porta di un giorno per immergerci in un luogo poco conosciuto di Valencia: l’Albufera, un parco naturale a pochi chilometri dal centro città.

Una giornata all’Albufera: Itinerario alla scoperta di Valencia e dintorni

La Albufera è uno splendido Parco Naturale che si trova a circa 25 chilometri dal centro di Valencia ed è una delle gite fuori porta da fare quando si visita questa splendida città.

In pochi minuti di tragitto che separa Valencia da l’Albufera infatti verrai trasportato in un luogo magico, dove il tempo sembra essersi fermato e procedere al tempo dei pescatori, della natura e delle risaie.

Qui poi si dice sia nata la vera paella valenciana nella sua versione con il riso ma anche in quella con dei piccoli spaghetti spezzati che prende il nome di fideua. Nel nostro articolo dedicato trovi tantissimi ristornati (anche all’Albufera) dove mangiare la paella a Valencia.

Come raggiungere l’Albufera da Valencia

  • utilizzando i bus pubblici di Valencia. Nello specifico qui arrivano le linee 24 e 25 degli autobus EMT che in circa un’ora ti porteranno all’Albufera (fermata Embarcadero o El Palmar). Il costo del biglietto è di circa 1,50€ a tratta e sebbene possa sembrare scomodo è il modo più economico per raggiungere il parco.
  • In auto è molto semplice arrivare in quanto una volta impostato il navigatore potrai raggiungere facilmente la destinazione e goderti la bellezza di questo posto in autonomia.
  • Altro modo per raggiungere l’Albufera è quello di prenotare un tour guidato da Valencia. Ovviamente il costo delle escursioni è più alto ma è una opzione da prendere in considerazione se non hai tanto tempo a disposizione.

Tour guidati all’Albufera

Cosa fare all’Albufera

Come dicevamo ci sono diversi modi di visitare l’Albufera e tantissime cose che puoi fare una volta qui. In questa sezione dell’articolo vogliamo portarti con noi in una giornata tipo dell’Albufera per farti sognare e ispirare la tua prossima vacanza a Valencia. Puoi trascorrere del tempo passeggiando fra i grandi campi di riso, oppure, se ti piace camminare, fare uno dei tanti percorsi di hiking che partono dal Mirador d’El Pujol. Imperdibile un pranzo a base dei piatti tipici di questa zona come l’All i Pebre, un piatto preparato con le anguille del lago, la llisa adobada, che ha come ingrediente principale la triglia oppure la Fideuá una sorta di paella preparata col caratteristico spaghetto valenciano e condita rigorosamente col pesce appena pescato. E per finire un giro nelle caratteristiche barche in legno (meglio se al tramonto).

Per aiutarti a pianificare l’escursione all’Albufera abbiamo scritto un articolo interamente dedicato a questo luogo.

Visitare Valencia in 3 giorni: Consigli per non sbagliare

Per concludere il nostro articolo su cosa vedere a Valencia in 3 giorni qui trovi riassunti qualche consiglio utile per pianificare al meglio la tua permanenza in questa meravigliosa città.

  • Dove dormire a Valencia: Dato che visiterai Valencia per pochi giorni, il nostro consiglio è quello di prendere un albergo oppure un appartamento nel centro storico di Valencia. In questo modo avrai vicino te sempre una fermata della metropolitana e sarai vicino a qualsiasi punto d’interesse. Se invece hai intenzione di trascorrere qualche giorno al mare allora meglio optare per la zona di Cabanyal. Al contrario se vuoi fare vita notturna e unire la visita della città al divertimento allora le migliori zone sono quelle di Ruzafa e vicino le spiagge di Malvarrosa. Se vuoi cercare un hotel con più calma e hai bisogno di un aiuto nella scelta ti consigliamo di leggere il nostro articolo sulle migliori zone in cui cercare un albergo a Valencia.
  • Come muoversi a Valencia: Valencia è una città molto grande e il miglior modo per spostarsi in città è quello di utilizzare i mezzi pubblici. Valencia infatti è collegata da una fitta rete di bus, tram e metropolitana che collegano in tutte le direzioni la città. Per risparmiare ti consigliamo di acquistare una tessera dei trasporti della durata del tuo viaggio per avere le corse illimitate. In questo modo risparmierai tantissimi soldi. Puoi acquistare la Valencia Tourist Card che comprende l’uso illimitato dei trasporti e anche gli accessi ad alcuni musei di Valencia.
  • Come visitare al meglio Valencia: Durante tutti i nostri viaggi facciamo in modo di fare almeno un tour guidato della città. Ce ne sono diversi anche gratuiti e sono un buon modo per approcciarsi alla città e capire un pochino di più a sua storia e la cultura. Fra i tanti tour ti consigliamo il Free tour della Valencia Modernista e questo alla scoperta delle principali attrazioni di Valencia.
  • Compra prima i biglietti delle attrazioni che vuoi visitare: Valencia è una città molto turistica, questo significa che troverai quasi sempre fila! Il miglior modo per risparmiare tempo è quello di acquistare per tempo i tuoi ingressi salta-fila. Fra le attrazioni imperdibili ti consigliamo il biglietto per la Città delle Arti e della Scienza.
  • Quale guida di Valencia comprare: Siamo grandissimi fan della Lonely Planet e possiamo dirti che quella su Valencia è fatta davvero bene con diversi itinerari tematici che puoi seguire a piedi.
OffertaBestseller No. 1
Valencia. Con carta estraibile
  • Symington, Andy (Autore)

Cosa mangiare a Valencia in 3 giorni?

Ogni volta che programmiamo un viaggio, non vediamo l’ora di assaggiare i piatti tipici del posto. E Valencia non ha deluso le nostre aspettative in quanto ogni ristorantino, mercato e tapas bar che abbiamo provato ci ha regalato una vera e propria esplosione di gusto.

Ecco alcuni piatti tipici da gustare a Valencia durante la tua permanenza.

  • Paella Valenciana: Si dice che il piatto più famoso della Spagna sia nato proprio qui. Non sapremo mai se è la verità oppure una di quelle cose che ogni città si vanta di aver creato. Ma una cosa è sicura… la paella valenciana è buonissima! A differenza della paella comune quella di Valencia si distingue per avere oltre al riso, carne marinata, verdure verdi, pomodori, fagioli, lumache, brodo e spezie, come paprica, zafferano e rosmarino.
  • Fideua: Un’altro piatto tipico del territorio di Valencia è la fideua. In sostanza si tratta di una specie di paella realizzata con degli spaghetti (i fedelini) e conditi con frutti di mare e carne. La puoi trovare praticamente ovunque, ma è tipica della zona dell’Albufera a pochi chilometri di distanza da Valencia.
  • Orxata de chufas: Una delle bevande più tipiche di Valencia, dal colore bianco è simile al latte ma un gusto molto simile all’orzata. Viene realizzato con la chufa, un cereale portato in Spagna nel XIII secolo dagli arabi. Questa bibita è dolce, rinfrescante e viene servita fredda e di solito consumata nei mesi più caldi, accompagnata da dolci tipici chiamati fartons. In giro per la città puoi trovare tantissime horchaterias fra cui la famosa Horchateria de Santa Catalina, o Chocolates Valor in Plaza de la Reina.
  • Fartons: I fartons o come vengono chiamati a Valencia fartò sono dei dolci con glassa teneri e soffici. Potrai trovarli nelle horchterias in quanto sono perfetti per essere immerso in horchata, ma anche nella cioccolata calda o nel caffellatte.
  • Agua de Valencia: Prima di lasciare la città assicurati di provare il tipico cocktail valenciano, l’Agua de Valencia. Questo cocktal è fatto con succo d’arancia, cava, zucchero e vari liquori. Ogni bar ha la sua ricetta ma quello più buono potrai berlo al Cafe de las Horas nel quartiere centrale di El Carmen.

Nel nostro articolo dedicato trovi tutti i piatti tipici da provare a Valencia con qualche consiglio dei ristoranti più buoni dove gustarli.

Correlati